I 38 fiori di Bach sono tra i rimedi floreali più conosciuti al giorno d’oggi. Ognuno di loro interviene su un’area specifica della tua vita per aiutarti a raggiungere l’equilibrio e il benessere che ti serve. Puoi usarli per controllare meglio l’ansia ma anche la tendenza ai comportamenti ripetitivi per esempio.

Il tutto senza il rischio di andare incontro a particolari effetti collaterali. All’interno dei fiori di Bach non sono presenti principi attivi ma solo le vibrazioni energetiche ottenute dai fiori selvatici che sono stati utilizzati durante la loro preparazione.

Cosa sono i fiori di Bach

Quando si parla di fiori di Bach ci si riferisce a 38 rimedi floreali, ottenuti dalla lavorazione di fiori selvatici. Si aggiunge però alla lista una miscela di cinque fiori noto come Rescue Remedy. Fu il dr. Edward Bach a scoprirli, grazie alla profonda connessione che ha instaurato con le energie di questi fiori di campo.

I fiori di Bach non possono essere catalogati come prodotti fitoterapici, perché non possiedono i principi attivi delle piante. Ciò che contengono sono le vibrazioni energetiche dei fiori usati, le quali entrano in contatto con la nostra energia e apportano le modifiche necessarie per attuare il cambiamento necessario al miglioramento.

Come diceva Edward Bach, l’obiettivo di ognuno di noi non è combattere i difetti che abbiamo, ma cercare di neutralizzarli sviluppando altre virtù. Ed è questo l’obiettivo dei fiori di Bach, aiutare le persone a migliorarsi attraverso una gestione consapevole dei propri aspetti negativi.

Leggendo i benefici di ogni singolo fiore (trovi l’elenco completo continuando con la lettura dell’articolo) ti rendi conto che nessuno di loro ha lo scopo di curare una malattia o gestire un sintomo fisico. Intervengono unicamente sugli stati d’animo, in particolare su:

  • Paura
  • Incertezza
  • Solitudine
  • Indifferenza
  • Scoraggiamento
  • Tendenza a farsi influenzare dagli altri
  • Ipersensibilità

Alla base vi è comunque la credenza che intervenendo sulla sfera emozionale ed energetica si possono prevenire diverse malattie, così come se utilizzati insieme alle cure tradizionali attivano un processo di guarigione più profondo, che arriva all’origine del sintomo. 

Non sono però visti in alcun modo come dei sostituti delle medicine tradizionali, quanto piuttosto dei validi aiuti per riuscire a superare con uno stato d’animo differente il processo di guarigione. Lo dimostra il fatto che non sono pochi gli specialisti che oggi li consigliano ai pazienti per il raggiungimento del benessere.

Storia e chi era Edward Bach

Il dr. Edward Bach (1886-1936 – Birmingham, Inghilterra) è colui che ha scoperto i fiori di Bach. Sin dalla prima infanzia si è rivelato particolarmente sensibile e intuitivo, rispettoso del prossimo e amante della natura. Nonostante il lavoro nella fonderia del padre si laureò in medicina nel 1913 e sin da subito la sua attenzione era rivolta più al paziente e la sua personalità rispetto che a quanto insegnavano i libri professionali.

Nonostante la profonda emorragia che lo colpì nel 1917 che lo portò a una prognosi di tre mesi, l’amore per il suo lavoro e la sua finalità precisa nella vita lo aiutò secondo lui a riprendersi e guarire.

Nel tempo Edward Bach è stato riconosciuto per il suo lavoro sulla tossiemia intestinale, pubblicando le sue scoperte su diversi giornali medici e arrivando nel 1920 a essere inserito negli annali della società reale di medicina. Diventa poi batteriologo presso l’ospedale omeopatico di Londra.

E’ durante il suo incarico nell’ospedale omeopatico che scopre di avere numerosi punti in comune con Hahnemann, padre dell’omeopatia. Prima tra tutte condivideva con lui l’idea che si deve curare il malato e non la malattia.

Scoprì i fiori di Bach nel 1928, anno in cui inizia a studiarli. In tre anni trovò i suoi primi tre rimedi floreali: Impatiens, Mimulus e Clematis, preparati con gli stessi metodi che vengono utilizzati per i vaccini orali. Si decide così raggiunti i 43 anni ad avviare un’attività del tutto nuova.

Tra il 1931 e il 1932 scopre altri tre fiori, con i quali conclude il gruppo dei guaritori. Sono Water Violet, Gentian e Rock Rose. Da qui scoprirà nel corso degli anni tutti gli altri rimedi floriterapici che lo renderanno famoso in tutto il mondo.

Come funzionano

Tra le cose più interessanti da comprendere dei fiori di Bach, almeno dal mio punto di vista, c’è il loro funzionamento. Prima di tutto Edward Bach ha scelto e selezionato 38 fiori che non appartengono al classico elenco di piante che normalmente sono utilizzate in fitoterapia. Attraverso il suo intuito e la sua esperienza nel campo ha individuato normalissimi fiori di campo per crearli.

Come ho già accennato nel corso dell’articolo i fiori di Bach non contengono il principio attivo di queste stesse piante, ma solo le loro vibrazioni. Quando assumi un rimedio floreale di Bach lasci che le sue vibrazioni entrino in contatto con il tuo campo magnetico, il quale non solo circonda il corpo, ma è presente in ogni sua singola cellula. Quando il flusso di energia si interrompe o viene alterato, ecco che le vibrazioni dei fiori aiutano a risolvere il problema.

Attraverso un complesso sistema di connessioni elettriche e scambi cellulari influiscono poi sulla mente, portando un po’ alla volta alla risoluzione del problema anche a livello fisico. Lo scopo è proprio quello di intervenire sul disagio somatizzato.

Come assumere i fiori di Bach

Una spiegazione completa e aggiornata su come assumere i fiori di Bach. Dalla miscela, la somministrazione, il dosaggio, quando assumerli e dopo quanto fanno effetto.

Come miscelarli

Miscelare i fiori di Bach è davvero semplice. Ricordati infatti che non devi utilizzarli puri, cioè così come sono. Questa è la versione concentrata.

I fiori di Bach sono rimedi floreali liquidi e si assumono in gocce. Li acquisti concentrati e li diluisci poi in una bottiglia di vetro scuro da 30 ml (come questa) e munita di contagocce che rende l’uso più semplice.

Bastano 4 gocce per ogni fiore che intendi utilizzare. Sceglili leggendo le schede tecniche di ognuno, un buon libro che ti consiglio se non sai da dove iniziare è Il grande libro dei Fiori di Bach.

La buona notizia è che puoi miscelare fino a cinque fiori di Bach insieme, per sfruttare i benefici di ognuno e apportare i cambi che desideri nella tua vita. Aggiungi 1/3 di brandy (è il conservante) e finisci di riempire la boccetta con acqua minerale di buona qualità, possibilmente precedentemente imbottigliata in vetro e non in plastica.

Come assumerli e il dosaggio perfetto

Il metodo classico è quello di assumere i fiori di Bach 4 volte al giorno sotto la lingua. 4 gocce ogni volta. E’ decisamente comodo perché in questo modo puoi prenderli in ogni momento, anche quando sei a lavoro o per strada.

Altrimenti puoi scegliere di diluire la stessa quantità che metteresti sotto la lingua in un bicchier d’acqua e berlo. Però ancora una volta devi assicurarti di farlo solo con l’acqua di ottima qualità.

Quando assumerli

Non ci sono particolari regole da seguire a riguardo. Io però ti consiglio di assumerli sempre alle stesse ore del giorno, più che altro per abituarti e non dimenticarlo.

Molti si domandano se è meglio prenderli prima o dopo i pasti. Chiariamo che a prescindere non ci sono effetti collaterali, però ti consiglio però di prenderli lontano dai pasti, in modo che l’organismo possa concentrarsi unicamente sul loro assorbimento.

Due momenti buoni per assumerli sono la mattina appena ti alzi e la sera prima di andare a dormire.

Se invece sei in cerca di indicazioni relative alla durata del trattamento, niente ti vieta di prenderli per lunghi periodi. La sua durata equivale sempre al raggiungimento dell’obiettivo. Non causano assuefazione e dipendenza, perciò puoi smettere in qualsiasi momento.

Fiori di Bach in granuli o in gocce?

Probabilmente conosci i fiori di Bach come rimedi in gocce perché si tratta della forma più comune e utilizzata. Se preferisci per una questione di comodità puoi comprarli in granuli. 

Alcuni produttori hanno deciso di realizzare complessi di fiori di Bach, cioè granuli con più di un fiore col fine di intervenire su uno specifico problema.

Io ti consiglio l’uso delle gocce, però la scelta è tua e devi valutare quale dei due ti risulta più comodo. Nel primo caso moltissime aziende li realizzano e hai un margine di scelta superiore, cosa che per ora non si può dire dei fiori di Bach in grani.

Quando fanno effetto i fiori di Bach

Tra le domande più ricorrenti c’è proprio questa. Dopo quanto tempo fanno effetto i fiori di Bach? Quando si parla di floriterapia però non ci sono tempi fissi e sicuri. Molte persone si avvicinano alle terapie alternative cercando una risposta che soddisfa velocemente, l’impazienza è effettivamente uno degli aspetti che più di ogni altro caratterizza la nostra società (in questo caso hai pensato di assumere Impatiens?), però c’è da imparare a lasciarla da parte.

I fiori di Bach agiscono a livello vibrazionale, richiedono quindi del tempo per apportare il vero cambiamento. Generalmente c’è chi inizia a notarlo già dopo 30 giorni, 3 o 4 mesi invece possono portare a risultati decisamente più eventi anche se non definitivi.

Come conservarli

Quando compri i fiori di Bach, acquisti il rimedio concentrato. Perciò può durarti davvero tanto tempo in casa, non è qualcosa che si esaurisce in un mese. Come conservarli correttamente quindi?

  • Quando acquisti il rimedio concentrato assicurati di tenerlo al buio, lontano da fonti di calore e dagli elettrodomestici. Non hai bisogno di particolari accorgimenti e segui i tempi di conservazione indicati sui singoli flaconi. Generalmente è fissata dopo 12 mesi dall’apertura.
  • Se la tua preoccupazione invece è in come conservare il rimedio floreale che hai realizzato per un tuo specifico problema, allora ricordati che il brandy da solo garantisce già un’ottima conservazione. In generale con una boccetta da 30 ml arrivi a un mese di trattamento (o anche meno), perciò non hai particolari accorgimenti da seguire.
  • Nel caso in cui non puoi assumere in nessun modo alcool oppure il rimedio è per un bambino e decidi di escludere del tutto il brandy, potresti optare per conservarli con l’aceto di mele. Se il sapore di quest’ultimo ti risulta sgradito allora il mio suggerimento è di usare solo l’acqua, conservare la boccetta di vetro scuro con contagocce per due settimane invece che 4 e tenerla in frigorifero.

Quando prendere i fiori di Bach

Esistono davvero tante situazioni in cui i fiori di Bach possono rivelarsi utili. Ogni fiore infatti può essere utilizzato per più di un problema. Interviene su tanti stati d’animo differenti nonostante vi sia una sua caratteristica dominante.

Prendi in esempio Beech, ti aiuta a superare la tua intolleranza verso il prossimo. Allo stesso tempo però ti impara ad accettare le decisioni degli altri, anche se non le condividi. Nonostante la seconda possa essere inglobata nella prima, non è detto che, se hai difficoltà ad accettare le decisioni di altre persone in alcune circostanze, sei anche intollerante.

I fiori di Bach quindi sono efficaci in tanti contesti diversi e mettono a disposizione le loro preziose proprietà e i benefici. 

Puoi utilizzarli per esempio in caso di ansia, stress e attacchi di panico. Possono rivelarsi utili in caso di depressione, ma anche per chi non riesce a dimagrire o soffre di fame nervosa.

Molte persone che utilizzano queste essenze floreali lo fanno perché hanno problemi a dormire, soffrire di insonnia influisce negativamente sulla vita diurna, sull’umore e provoca irritabilità.

Alcuni fiori di Bach, come per esempio Aspen, agiscono sulla paure per cose ignote, non concrete. Fatti non ancora avvenuti e che probabilmente non si paleseranno mai.

Come ho già accennato lo scopo dei fiori di Bach non è curare le malattie, però intervenendo sul campo energetico della persona e ristabilendo l’equilibrio, può aiutare a superare diversi problemi di salute (purché ci si renda conto che non devono sostituire le cure mediche, ma a limite supportarle).

Capita allo stesso tempo che un mal di testa ricorrente o una tachicardia non sono collegati necessariamente a una patologia, ma possono essere provocati dagli stati ansiosi, dalla paura, dall’eccessiva rigidità di pensiero etc.

Acquista il set completo dei fiori di Bach su Amazon!

Elenco fiori di Bach: la lista completa

Leggi adesso l’elenco completo dei fiori di Bach. Ti spiego in modo veloce i benefici che ognuno dei 38 fiori possono apportare nella tua vita e in quali casi puoi utilizzarli. Quando individui quelli che fanno al caso tuo, puoi cliccare sul link di approfondimento (se già presente) per leggere quali sono tutte le altre cose che possono fare per te.

  1. Agrimony: ti aiuta a guardare in faccia i problemi e affrontare le situazioni di conflitto restando sempre fedele a te stesso.
  2. Aspen: è il fiore di Bach giusto per te che ti lasci prendere dalla preoccupazione e dalla paura per cose sconosciute che non hanno spiegazioni.
  3. Beech: ti permette di superare l’intolleranza verso il prossimo. Impari ad accettare le decisioni e le azioni degli altri senza criticare.
  4. Centaury: per te che non sai dire di NO alle persone, anche quando ciò che ti viene chiesto va contro il tuo benessere. Ti fa uscire dallo stato di sottomissione e debolezza nella quale sei finito.
  5. Cerato: usalo per l’incertezza cronica, quando non sai farti carico delle tue scelte e non credi nel tuo istinto. Impara ad aver più fiducia in te stesso con questo fiore di Bach.
  6. Cherry Plum: soffri di manie di controllo. Hai bisogno di gestire tutto in prima persona per controllare ogni aspetto della tua vita e di chi ti circonda. Usa questo rimedio floreale per alleviare la tensione e lasciarti andare.
  7. Chestnut Bud: non riesci a impegnarti in ciò che fai, rimandi quello che non ti piace e richiede da parte tua una presa di responsabilità. Con questo fiore di Bach impari ad andare fino in fondo e a non commettere sempre gli stessi errori.
  8. Chicory: gestisci con questo fiore la tua tendenza eccessiva a prenderti cura degli altri, la quale spesso sfocia in possessività e voler controllare l’altro. Ti concentri sugli altri solo per ottenere lo stesso trattamento in cambio ed essere al centro dell’attenzione.
  9. Clematis: migliora la tua concentrazione e ti permette così di sfruttare al meglio il tuo potenziale creativo.
  10. Crab Apple: è stato creato con un intento preciso questo fiore di Bach, aiutarti a superare i comportamenti ripetitivi. Essere precisi e attenti va bene, senza trasformarla però in un’ossessione!
  11. Elm: ottimo rimedio quando sei sovraccarico e lo stress domina la tua vita. Ti aiuta inoltre a superare il senso di inferiorità, accompagnato dal timore di non riuscire a raggiungere mai gli obiettivi.
  12. Gentian: un aiuto prezioso se soffri di depressione provocata da eventi reali (una perdita per esempio). Con Gentian ottieni di nuovo la fiducia nel domani e passo dopo passo, torni a credere nella bellezza della vita.
  13. Gorse: per te che ti senti disperato e hai uno stato d’animo pessimista e angosciato. Ti dona di nuovo la speranza e la fede.
  14. Heather: indicata per te che sei continuamente alla ricerca di attenzione e di compagnia. Senti sempre il bisogno di aiutare e consigliare gli altri e ti arrabbi quando il tuo tentativo di supporto viene rifiutato.
  15. Holly: qualsiasi commento dai toni un po’ più duri del normale ti ferisce? Holly allora può essere il fiore giusto per te. Ti aiuta se sei insicuro e tendi sempre a pensar male. La mancanza di fiducia ricorda che ferisce più te che l’altra persona. Ti insegna a vivere aprendoti all’altro e senza aspettare niente da lui.
  16. Honeysuckle: semplicemente vivi nel passato e nei ricordi. Lo fai per staccare da quella realtà tanto difficile da sopportare. Honeysuckle ti insegna a godere pienamente il qui e ora.
  17. Hornbeam: sei demotivato e alzarti dal letto ti procura sempre una gran fatica. Il pensiero di iniziare una nuova giornata ti butta giù. Rimandi tutto a domani. Questo fiore di Bach ti dona una nuova energia ed entusiasmo e un maggior interesse per la vita.
  18. Impatiens: sei un impaziente cronico. I ritardi e le esitazioni ti infastidiscono, vivi nella costante impressione di perdere il tempo o che gli altri te lo fanno perdere. Per questo motivo preferisci lavorare in solitudine. Il rimedio floreale in questione ti aiuta a sviluppare una maggior calma e comprensione.
  19. Larch: non credi in te stesso e nelle tue possibilità di successo, per questo motivo non osi mai e rinunci ancor prima di provare. Larch ti dona di nuovo la fiducia in te stesso e attiva in te la voglia di iniziativa.
  20. Mimulus: ti aiuta a superare la timidezza e la paura verso alcune cose, come per esempio le malattie o la gente. Sei spaventato da cose o situazioni che tendono solo a bloccarti ancor di più, specialmente quando arriva il momento di comunicare con gli altri. Grazie a Mimulus riacquisti il coraggio in te stesso e impari a gestire le tue emozioni.
  21. Mustard: da un momento all’altro diventi malinconico, entri in una nuvola nera senza motivo. Provi disperazione e si spegne la tua voglia di vivere. Mustard ti aiuta proprio a riottenere la tua gioia di vivere.
  22. Oak: hai valori forti, come il senso del dovere per esempio. Affronti gli ostacoli di petto e sei tenace. A tal punto da essere insoddisfatto di te stesso quando qualsiasi cosa si mette tra te e i tuoi obiettivi. Vedi i periodi di recupero come una perdita di tempo. Oak ti aiuta a essere più flessibile, a darti il tempo per recuperare le tue energie.
  23. Olive: questo fiore di Bach è ideale quando ti senti stressato e provato dopo un duro periodo. Senti che ti manca l’energia di affrontare qualsiasi incombenza, tanto a livello fisico quanto emotivo. Olive ti aiuta a recuperare la forza perduta, la vitalità e l’interesse per la vita.
  24. Pine: qualsiasi cosa succede, dai la colpa a te stesso. Ti critichi e ti paragoni con gli altri. Hai sempre qualcosa di cui rimproverarti e non ti senti mai soddisfatto di te stesso. Pine ti aiuta a valutarti con chiarezza, a essere meno duro e vedere le cose con più lucidità.
  25. Red Chestnut: vivi in un costante stato di ansia per le altre persone, mentre non ti preoccupi assolutamente di te stesso. Hai paura che accada qualcosa di male alle persone che ami, a tal punto da risultare invadente. Questo rimedio floreale ti insegna a prenderti cura degli altri con amore, senza intrometterti nella loro quotidianità.
  26. Rock Rose: sei una persona che si lascia sopraffare da paure che ti paralizzano. Dopo un evento grave vivi nel terrore per il futuro. Il fiore di Bach qui presente ti da una forza nuova per affrontare la vita con calma e coraggio.
  27. Rock Water: sei molto rigido con te stesso e ti imponi disciplina. Non apprezzi la mediocrità e non provi compassione per nessuno, nemmeno per te stesso. Questo fiore ti aiuta a essere più aperto affettivamente, diventi consapevole che devi amare e amarti di più.
  28. Scleranthus: sei l’eterno indeciso, non sai mai quale strada percorrere e così, salti da una parte all’altra senza progredire mai veramente. Sopporti in silenzio le tue difficoltà ed eviti ogni tipo di discussione, passando però da uno stato d’animo a un altro in modo repentino. Assumi comportamenti inaffidabili e questo ti danneggia. Il fiore di Bach Scleranthus ti aiuta ad adattarsi velocemente, a prendere una scelta e portarla avanti.
  29. Star of Bethlehem: recentemente hai vissuto un forte stress, oppure è qualcosa che è successo in passato ma ancora ne soffri. Vivi in uno stato di angoscia e ti senti infelice. Questa essenza floreale ti aiuta a recuperarti, a ritrovare te stesso.
  30. Sweet Chestnut: hai sperimentato qualcosa di tragico nella tua vita e non sei ancora riuscito a recuperarti del tutto. Sei nella pena più profonda e non riesci a vedere la fine del tunnel, però non ti lamenti e stringi i denti. Questo fiore ti rassicura, porta di nuovo la pace nella tua vita.
  31. Vervain: sei talmente entusiasta delle tue idee che cerchi di convincere tutti quanti che sono giuste, a tal punto da sfiancarli se sembrano non capire. Questo li porta ad allontanarsi da te. Vervain ti rende più tollerante verso le idee altrui, senza per questo perdere la passione che animano le tue.
  32. Vine: sei consapevole di quello che vali e sei sicuro di te stesso e le tue ambizioni. Non nutri nessun interesse nel convincere gli altri, perché sai che sei nel giusto. Tutto ciò può cadere nell’egocentrismo e nell’eccessiva autorità. Vine ti aiuta a equilibrare questi aspetti, a mettere la tua grande sicurezza al servizio di scopi nobili.
  33. Walnut: usa questo rimedio floreale quando senti il forte bisogno di fare un passo avanti, di cambiare. Oppure quando il cambiamento ti viene imposto. Ti aiuta ad affrontare tutto questo con una grande costanza.
  34. Water Violet: chi ti conosce probabilmente ti reputa altezzosa, orgogliosa e con un senso di superiorità davvero forte, il quale porta alcuni ad allontanarsi da te. Water Violet ti aiuta a essere più umile e ad aprirti agli altri con amore e calore.
  35. White Chestnut: la tua mente è sempre a lavoro. Non riesci a fermarla e continui a elaborare idee, rimugini sulle cose e questo ti porta a concentrare la tua attenzione sugli aspetti sbagliati. Usa White Chestnut per sperimentare l’importante dono del silenzio, della fiducia e della lucidità mentale.
  36. Wild Oat: sei ambizioso e vuoi fare qualcosa di importante nella vita. Il problema è che non sai cosa, non sai decidere cosa fare e come impiegare bene il tuo tempo, sprechi così il tuo talento. Usa questo fiore per far chiarezza su quella che sarà la tua strada e direzione.
  37. Wild Rose: tendi all’apatia e all’adattarti in tutte le situazioni. Non ti lamenti, non cerchi di far niente per star meglio. Praticamente hai rinunciato alla vita. Usa questo fiore per recuperare il tuo entusiasmo e l’interesse per la vita.
  38. Willow: sei la vittima di te stesso, pensi che tutti sono contro a te. Pensi di non meritarti la sofferenza che stai vivendo e ti piangi addosso. Willow ti aiuta a vedere le cose con equilibrio e prendere coscienza che la colpa dei tuoi insuccessi spesso può essere tua.
  39. Rescue Remedy: non è un fiore di Bach, ma un elisir composto da 5 diversi rimedi floreali di Edward Bach. E’ come un pronto soccorso terapeutico, da usare in caso di emergenza per traumi fisici e psichici, perdite, lutti, abbandoni etc.

Come scegliere quello giusto per te

Hai appena finito di leggere la descrizione dei 38 fiori di Bach e adesso hai un dubbio. Credi che tutti o quasi sono adatti a te. Questo è normale perché si occupano di tutte le emozioni che interessano l’essere umano ed è logico che nelle varie tappe della tua vita arrivi a riscontrarti con la maggior parte dei fiori in questione.

Per fare la scelta giusta però non devi guardare al passato, ma solo ciò che ti riguarda nel momento presente. Forse “il vecchio te” si è fatto pervadere da paure irrazionali, però adesso no. Magari era apatico, però ora non lo sei più.

Concentrati esclusivamente sui bisogni del presente e lascia perdere ciò che è accaduto in passato. Puoi scegliere fino a 5 fiori da utilizzare in contemporanea, orientati verso quelli che possono risolvere i problemi più importanti di questo periodo.

Altrimenti, puoi rivolgerti a un esperto. Sarà lui a orientarti verso la soluzione, creandoti un rimedio su misura alle tue esigenze.

Per quanto riguarda i test sui fiori di Bach, personalmente non sono troppo amante di queste cose perché possono depistare, specialmente se ti avvicini solo ora a questo mondo. Meglio fare una profonda analisi di se stessi e, quando non è possibile, farsi aiutare da qualcuno che lo sa fare meglio.

I fiori di Bach hanno controindicazioni?

I fiori di Bach non hanno nessuna controindicazione o effetto collaterale. Non danno reazioni allergiche perché all’interno non sono presenti i principi attivi dei fiori, non provocano dipendenza o sonnolenza e possono essere assunti con i farmaci perché non c’è nessun tipo di interazione.

Non solo, i fiori di Bach possono essere utilizzati tranquillamente dalle donne in gravidanza, da bambini, anziani e animali. Non fanno male ma anzi, possono apportare benefici e miglioramenti.

Gli unici accorgimenti che ti consiglio di seguire sono quelli relativi alla conservazione e la scadenza e all’eventuale scelta di non utilizzare il brandy al suo interno.

Il vero uso scorretto dei fiori di Bach è legato al fatto che alcune persone credono di poterli usare come sostituti delle medicine tradizionali. Questo è un grave errore perché i fiori di Bach non hanno lo scopo di curare e risolvere problemi di salute, ma di ristabilire l’equilibrio emozionale. Perciò continua a seguire le eventuali cure del tuo medico e usa le essenze di Edward Bach come aiuto in più.

Dove comprare i fiori di Bach

I fiori di Bach sono utilizzati da moltissime persone e la grande richiesta li rende facilmente reperibili. Puoi comprarli in farmacia, erboristeria o su internet. Io ti suggerisco di comprarli su Amazon perché personalmente mi rifornisco proprio da alcuni ottimi venditori che lavorano con la piattaforma, approfittando allo stesso tempo delle spedizioni gratuite (e velocissime) di Amazon Prime.

Puoi acquistare i fiori di Bach al completo scegliendo il kit di Healing Herbs. Te lo suggerisco se per esempio ne hai bisogno per lavoro o nutri una forte passione verso di loro e vuoi farti un bellissimo regalo! Altrimenti, puoi acquistare le boccette singole in base ai fiori di cui hai bisogno.

Prezzo

Il costo dei fiori di Bach a boccetta varia tra gli 8 e i 15€ in genere. Dipende dalla marca, cosa è stato utilizzato per la sua conservazione e ovviamente la quantità. Alcuni sono da 20 ml, altri da 30 ml.

Puoi anche acquistare il set completo direttamente su Amazon se intendi per esempio iniziare a lavorare con loro non solo per auto trattarti, ma anche per trattare gli altri. A conti fatti è più conveniente rispetto al comprare un po’ alla volta i singoli fiori di Bach.

Alcuni prodotti consigliati per te

  • Healing Herbs – kit 38 fiori di bach + 2 rescue remedy: Ogni flacone è da 10 ml e possiede il pratico contagocce. Ognuna è ermeticamente sigillata per garantire la massima qualità del prodotto. Personalmente apprezzo molto il marchio Healing Herbs. Le persone che fino a oggi lo hanno comprato ne sono rimaste più che soddisfatte.
  • Il grande libro dei Fiori di Bach: una guida che non puoi perderti se hai bisogno di approfondire l’argomento. Clicca sul link per leggere la mia recensione completa.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here